gatto in affido

                          

L’altra mattina, mentre il mio consorte stava  uscendo,

 si è infilato a casa  un micetto.

Lascio immaginare il trambusto che ha creato

questo  inaspettato momento: tra il cane,

curioso di conoscere questo nuovo soggetto,

i figli pronti per andare a scuola,

io che avrei voluto farmi ancora mezz’oretta di sonno,

perché erano le sei e mezza …

insomma non ci si capiva più un tubo!

Sembravamo a Porta Palazzo –per chi non è

pratico, è il più grande e importante mercato di

Torino-  e non in una casa civile.

Insomma:, abbiamo battezzato

l’esserino MILO ,  giusto che avesse un nome,

e lo abbiamo nutrito e coccolato tutto il giorno, facendo pure

saltare lezione ai fanciulli impazziti di gioia per l’avvenimento.

Abbiamo cercato di capire da dove arrivasse questo

dono del cielo ma,  ovviamente, nel palazzo

 erano quasi tutti a lavoro.

A sera inoltrata è tornata la mia dirimpettaia e,

con costernazione dei miei figli, abbiamo scoperto

che era suo .

MILO è PEPE e ha quasi tre mesi: una pallina grigio perla

con le zampette, la punta della coda e il girocollo

simmetricamente bianchi, due occhi verdi

meravigliosamente accattivanti e  simpatia

da vendere.

Caso ha voluto che la padroncina stesse cercando un cat-sitter

per qualche weekend di lavoro a Milano e neanche a dirlo ci

siamo presi noi questo … “gatto” da pelare …

Morale della favola: ecco a voi il nostro nuovo amico,

non è delizioso?

                          

gatto in affidoultima modifica: 2009-10-24T11:57:00+00:00da corinn3
Reposta per primo quest’articolo

26 pensieri su “gatto in affido

  1. Non solo è delisioso ma è anche spettacoloso, mi si perdoni il termine…. è stupendo!!! evvai adesso fai anche la cat-sister… si si tanto con questi esserini a coccolarli e a farci coccolare ci si guadagna sempre.

    Un abbraccio a tutti Voi cane e micetto compresi e buona domenica!

  2. Ciao Corinne, Maddy fa alti e bassi l’altra settimana si sentiva benissimo ma poi ha avuto una nuova crisi, ora sta un pochino meglio, speriamo si riprenda e riacquisti di nuovo la voglia di continuare a combattere.

    Un saluto e buona giornata!

  3. Ci sono 3 puffi: Il puffo gay, il puffo goloso e il puffo tirchio.
    Muoiono e vanno dinanzi a San Pietro, in paradiso.
    Questo gli dice che hanno la possibilità di tornare sulla terra purche` si astengano dal fare quelle cose che erano soliti fare in vita.
    I 3 ci stanno. Appena sulla terra però il goloso vede una torta e ne mangia una fetta. Ppuff e scompare.
    Poi il Puffo tirchio trova per strada una banconota da 100 euro e si china per raccoglierla. Puff, puff e scompare pure il gay

  4. siete voi deliziosi!!!!!e poi qualcuno ha pure il coraggio di dire che le brave persone non esistono più!!!!!
    conosco porta palazzo,ho vissuto sette anni a torino prima di trasferirmi a viareggio!!!di torino ho un bel ricordo nonstante i trascorsi turbolenti,davvero una bella città!!!!ciao a presto

Lascia un commento